...
sto caricando lo sfondo

Wellness, terme e vacanze tutto l'anno

La Seconda Guerra Mondiale

La Linea Gotica passa dal Villaggio della Salute Più, lo testimoniano le trincee ancora visibili. 

Nel XIX secolo la Cittadella del Calanco è sempre più popolata, i suoi abitanti vedono il Risorgimento, la nascita della nazione italiana, la prima guerra mondiale e, successivamente, l'avvento del fascismo. Ma ciò che cambierà per sempre la storia del Villaggio è la Seconda Guerra Mondiale. L'Italia fascista entrò in guerra a fianco di Hitler nel 1940, ma solo 3 anni dopo, in seguito allo sbarco in Sicilia delle forze americane e il famoso 8 settembre 1943, la Germania nazista è costretta a difendersi dagli americani in Italia e, per vari motivi, non più sostenuta dagli italiani. Fu così che i tedeschi ergono nel '44 la "linea gotica".
Un testo completo sulla storia della linea gotica si trova su www.lineagotica.eu, sito che vi invitiamo a visitare. Qui vi facciamo un breve riassunto: la "Grüne Linie" (Linea Verde), più conosciuta col nome di "Linea Gotica", è una fitta rete di fortificazioni che corre dal Tirreno all'Adriatico tagliando in due l'Italia.Creata dai nazisti nell'estate del '44 per difendersi dagli Alleati dopo la presa di Montecassino (17 maggio 1944) e l'ingresso a Roma (4 giugno), la Linea Gotica è una linea di trincee, postazioni anticarro, nidi di mitragliatrice, basata sul concetto di "difesa in profondità". La linea gotica terrà fermo il fronte italiano per otto mesi, e aiuterà le armate tedesche in Italia a ritirarsi verso Nord. 
Vi parliamo della linea gotica perchè passa proprio nell'area del Villaggio della Salute Più: questa fotografia ritrae una trincea della linea gotica a due passi da Ca' di Lucca, casolare immerso nella natura incontaminata e circondato da un paesaggio mozzafiato, dove oggi potete pernottare. Le trincee erano talmente profonde che hanno resistito per ben 70 anni e le potete vedere ancora adesso.

Il legame tra la linea gotica ed il Villaggio non è dovuto solamente al fatto che qui sono state costruite trincee, bensì l'area del Villaggio fu l'avamposto strategico che consentì agli alleati di passare la linea. A fronteggiare la Linea Gotica dei tedeschi sono la Quinta Armata americana e l'Ottava Armata britannica. A partire dal 25 agosto 1944 vengono sferrati numerosi attacchi, ma la forte resistenza tedesca e il sopraggiungere delle piogge autunnali finiscono per rallentare l'offensiva nel settore orientale, mentre quello occidentale, dopo qualche progresso iniziale, rimane praticamente fermo tutto l'inverno.
Lo sfondamento finale della Linea Gotica avverrà, con una risolutiva offensiva alleata, a partire dal 19 febbraio 1945 e si concluderà nel mese di aprile dopo durissime settimane di combattimenti. Siccome parte della Linea Gotica passa proprio alla periferia del Villaggio della Salute Più, fu proprio nel cuore del Villaggio che gli Alleati si organizzarono prima di dirigersi verso Bologna. Ecco come americani e inglesi si organizzarono al Villaggio della Salute: 

- Il Palazzo Calanco era la sede del comando generale
- Ca' Nova era la sede dell'ospedale
- tutta la zona oggi occupata dai laghi era adibita ad aeroporto militare.

Durante la conclusione della Seconda Guerra Mondiale tutta la valle oggi occupata dal Villaggio della Salute Più era segnata dall'organizzazione bellica dell'esercito statunitense. Quella a sinistra delle tre è una meravigliosa foto di repertorio (fonte lineagotica.eu) di truppe americane che passano dalla Cittadella del Calanco, ovvero il Villaggio (riconoscete il dorso del calanco? è lo stesso che vedete dalla collina del Pianoro del Cielo ogni estate) tra il 1944 ed il 1945. Sono solo 70 anni fa. Nella foto a destra, un carro armato a 1 km dal Villaggio.

La Linea Gotica è stata superata facilmente dagli americani e dai britannici grazie all'aiuto dei partigiani. Ma si tratta di un temibile fronte di oltre 300 chilometri, che taglia in due l'Italia dal Tirreno all'Adriatico. Poderose sono le difese a protezione del valico appenninico della Futa, dove transita la Statale 65 che collega Firenze a Bologna. Dovete pensare che l'organizzazione tedesca Todt ha mobilitato 50.000 operai italiani che, insieme a una brigata slovacca di 2.000 uomini e sotto il coordinamento di 18.000 genieri tedeschi, hanno provveduto a concentrare le opere fortificate nei punti chiave. Un rapporto relativo alle opere di difesa della Gotica nel settore centro-orientale, redatto nell'estate 1944, elenca 3.604 trincee, 479 postazioni per cannoni anticarro e mortai, 2.376 nidi di mitragliatrice, 16.000 postazioni per tiratori scelti e 9 chilometri di fossati anticarro e attesta che sono stati stesi 120 chilometri di reticolati e posate 95.689 mine antiuomo e anticarro. All'arrivo del fronte, i lavori di fortificazione non sono ancora completati, anche se Kesselring, dopo avere ispezionato le costruzioni nell'agosto del 1944, si dichiara soddisfatto del lavoro compiuto.

A testimonianza del passaggio della Seconda Guerra Mondiale in questo territorio sono rimasti molti oggetti, raccolti negli anni e conservati in collezioni private. Tutti gli oggetti trovati nell'area del Villaggio della Salute Più sono conservati ed esposti nel Museo della Linea Gotica nelle nostre terre, che si trova proprio al Villaggio. Un museo piccolo, ma altamente significativo se si pensa che raccoglie il materiale trovato proprio dove è sorto il Villaggio.

Se invece volete vedere dal vivo le trincee della battaglia di Monte Grande, vi basterà soggiornare a Ca' Di Lucca e scoprire le tracce del conflitto.
Oppure potete guardare la galleria fotografica che abbiamo voluto dedicare a questa parte del Villaggio, le foto sono state scattate durante l'autunno, momento in cui vi fu la battaglia, laddove le trincee si ammantano di un fascino spettacolare. 

Clicca qui per leggere ancora. La storia continua...


Condividi: FacebookTwitterGoogle+Invia per email

 







 Mostra foto